Tocchereste un umano che non conoscete?

Nessuna persona di buon senso e dotata di media intelligenza si permetterebbe mai di toccare un bambino senza il consenso dei genitori. Nessuna persona educata si permetterebbe mai di toccare un uomo, o una donna, o una persona giovane senza il loro consenso.

Però con un cane quasi tutti lo fanno. In pochi si permettono di non farlo, o forse, a meno che non sia un cane di 50 kg. Spesso gli umani lo toccano ovunque, gli mettono le mani addosso a prescindere da quale sia la sua predisposizione verso l’altro, il suo stato emotivo e le sue eventuali paure e preoccupazioni.

Quasi nessuno chiede a quel cane il permesso, quasi nessuno si chiede se quel cane voglia essere violato nella sua intimità e quasi nessuno si preoccupa di capire cosa gli sta comunicando quel cane che ha di fronte, fino al giorno in cui il cane stratoccato da tutti arriva a mordere anche pesantemente.

Come vi sentireste se un giorno tutti gli altri umani si arrogassero il diritto dì toccarvi senza il vostro permesso? Se qualcuno vi mettesse le mani ovunque senza che abbiate con quella persona un rapporto intimo o una relazione? Come vi sentireste a essere forzati contro la vostra volontà?

In molti so che lo fanno in buona fede, perché qualcuno ci ha detto che un cane “è abituato a tutto”, “si fa fare tutto”, “che è contento così”.
Ma in pochi vi hanno detto che questo non è vero, è una grandissima falsità, e che un cane non ha così piacere di essere toccato da uno estraneo, proprio come non lo avreste voi.

Se qualcuno lo facesse con voi senza permesso verrebbe denunciato ma un cane anche se lo dice di non volere una interazione, spesso non viene ascoltato. Non scambiate la resilienza che possono avere alcuni cani per piacere.

La prossima volta che allungate una mano verso un cane che non conoscete, o volete toccare sempre anche in vostro cane (soprattutto se di piccola taglia), magari avverso al contatto umano, pensate a quello che non vorreste per voi, fermatevi e guardate solo quel cane, cercate di capire le sue emozioni, perché solo così gli starete dando la più grande forma di rispetto. Non è vero che lui è contento di essere toccato sempre anche se sei il suo proprietario.

Una violenza può essere anche sottile e la si può fare in mille modi. Non sto esagerando, sto solo dando la parola ai migliaia di cani che avrebbero voluto dirvi con le parole tutto questo!

Fabrizio Giammatteo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.